APPROCCI RAVVICINATI DELL’ORRIDO TIPO…

7 - The princess and the frog-610Poiché siamo in regime di Par Condicio, avendo già provveduto a demolire le fanciulle, stavolta ritengo opportuno farlo con gli ometti: I Tutt’AltroChePrincipiAzzurri. No, gli uomini decisamente non sono tutti uguali, ognuno è ‘scartabile’ a modo suo…

Certi uomini si scartano in base al loro aspetto esteriore. Adesso i “perbenisti” di turno diranno che sono una superficiale che si basa sulle apparenze. Sì avete ragionissimo. Tipo quando voi ometti vedete una ragazza vestita in maniera succinta, traete conclusioni, e d’istinto non la vedete certo come madre dei vostri figli in una ipotetica futura famiglia (al massimo come baby-sitter per qualche minuto dei vostri reali gioielli di famiglia…).

Ognuna di noi ha una sua personalissima Lista dei Se sei così ti dico NO. Ovvero degli elementi esteriori che, a priori, ti fanno scartare gli ometti dalla lista dei papabili.

Esempi (i calzini bianchi neanche mi spreco a scriverli):

  • Se porti i pantaloni corti alla caviglia: perché??? Cosa c’è di così fantastico nelle tue caviglie da volerle mostrare al mondo???
  • La poca pulizia: devo spiegarlo? Sembrerà assurdo ma esiste ancora qualcuno fieramente allergico all’acqua.
  • Se porti lo smalto trasparente: non pensavo si arrivasse a questo. Ma se non sei una rockstar decadente degli anni ’80 non è accettabile che ti metti lo smalto!!!
  • Se porti il marsupio: capisco che vuoi focalizzare l’attenzione sul tuo pezzo forte, ma cosa sei, un bimbo in gita, tesoro?
  • Se porti le bretelle: idem come sopra. Un giorno qualcuno ha deciso che facevano figo e hanno cominciato a metterle tutti. Non solo le trovo orride, sia distese che calate, mi preoccupa anche il fatto che spendi trecento euro per comprartele!

La Lista è moooltooo lunga, ma oltre all’aspetto esteriore, ovviamente ci sono poi i comportamenti che ti fanno escludere un futuro col gentiluomo in questione, ovvero i cd “Approcci Ravvicinati dell’orrido tipo”.

L’Approcciatore Quagliamus subitus:

Location: piazza mooooltooo affollata di Roma con un’amica. Ero assorta in uno dei miei passatempi preferiti: ascoltare i fatti altrui. Nella fattispecie una telefonata in lingua inglese fatta da uno spilungone con un’orrenda camicia a scacchi, presumibilmente straniero, in cui dava indicazioni su dove si trovassero lui e il ragazzo che aveva accanto. Chiusa la telefonata si rivolse al compare, dopo sonora risata, con un: “Tonight we have to fuck!”*

(* “speriamo di trovare gentili donzelle con cui passare dei piacevoli momenti insieme, in nome dell’AMMMOOOREEE”).

Pronunciata detta frase si rivolse verso di noi. Ora, cosa dovevamo aspettarci?!? Sicuramente erano interessatissimi a conoscere i nostri sogni di bambine e il contenuto più profondo della nostra anima. Per curiosità lo lasciammo parlare un po’, giusto un paio di frasette in inglese sbiascicato, dovuto all’alcool ingerito. Furono anche troppe. Gli risposi in italiano corretto:

«Senti, a parte il fatto che indossi una tovaglia e forse dovresti veramente riconsiderare i tuoi gusti in fatto di vestiti, comunque sappi che già non c’era una minima speranza, ma purtroppo ho anche sentito la tua telefonata, quindi lascia perdere! Comunque le tue amichette stanno arrivando quindi, forse, potrai “fuck” con loro, ok? Ma la camicia coprila, fidati.»

Dalla sua faccia credo che abbia capito e anche molto bene. Forse non era poi così straniero.

Gli Approcciatori da strada solitamente usano frasi varie e molteplici, ne riporto una a titolo esemplificativo: «A bella! Perché non porti quel tuo bel culo qui?» Cavolo come faccio a non muovermi istantaneamente?!?

“L’Approcciatore Poeta è quello che usa frasi costruite, sempre quelle e spesso trite e ritrite, del tipo: «Ma che tuo padre fa il ladro?»

«No, perché?»

«Perché ha rubato al cielo due stelle e te le ha messe al posto degli occhi… »

Sentita la prima volta può anche fare effetto, sentita per anni decisamente no. Anche perché ebbene sì: La usa con TUTTE.

“L’Approcciatore ASecondaDellaSituazione è quello che trae spunto immantinente dal momento/luogo/circostanza in cui si trova per raggiungere l’obiettivo. C’è da riconoscerne la genialità. Alla pompa di benzina, ovvero ‘dentro in dieci secondi’: «Ammazza  che cardo Aho. Ma tu non c’hai cardo?»

«Eh sì abbastanza…»

«Sarebbe d’annà ar mare»

«Già… »

«Te ce vai ar mare?»

«Be’, quando non lavoro sì»

«’a domenica?»

«Sì»

«Se te lascio er nummmmero c’annamo assieme?»

«No, perché? Lasciamo che sia il fato a guidarci! Se è destino ci rincontreremo… Magari al mare!»

Devo ammettere che possedeva anche ben DUE degli elementi della Lista succitata:

  • Canotta bianca stile Fantozzi. Che te lo devo spiegare il motivo???
  • Era più depilato di me. Capisco la pulizia. Se hai un monociglio e ti dai una sfoltita, per carità va bene. Un uomo con sopracciglia ad ali di gabbiano, più sottili delle mie no, non lo capisco. Un uomo senza neanche un pelo su tutto il corpo non lo capirò e non lo accetterò mai. Ti immagini la scena? «Amore mi passi le pinzette?» potrei morire. Sì avrei voluto chiedergli il numero… della sua estetista.

“L’Approcciatore DietroLoSchermoLeone

«Che donna! I miei più cari complimenti! Sono uno slave da diversi anni ormai, ed essendo uno schiavo voglio solo una cosa, servire e riverire la mia padrona.»

Non gli ho risposto. Ma me lo tengo buono. Perché se un giorno avrò voglia di insultare e gonfiare di botte un uomo, saprò a chi rivolgermi. (Sperando che non gli faccia troppo piacere…)

“L’Importunatore Seriale, altresì detto DOCOIOCOIO. Dalla dannata chat di Facebook:

«Ciao, possibile visti a qualche aperitivo?». Visto che avevamo delle amicizie in comune, ritenni gentile rispondergli:

«Ehm. No, non mi pare proprio» E da lì lui partì raccontandomi tutta la storia della sua vita. Non risposi. Mesi dopo, stessa persona, stessa identica frase:

«Ciao, possibile visti a qualche aperitivo?». Stessa frase. Copia e incolla, sicuramente copiata e incollata tante e tante volte. Senza neanche verificare se ero già stata una sua vittima. Se ne accorse poco dopo l’invio e infatti si corresse: «Scusa. Visto già tentato.» “Tentato”. Cos’è una lotteria??? Visto che non avevamo più neanche delle amicizie in comune, non ritenni più gentile rispondergli. E mi limitai a pensarlo: «Ma tu sei l’uomo più triste del mondooo!!!»

Dalla medesima fonte (poi dici che internet semplifica la vita), la differenza è che questo lo conoscevo personalmente e infatti figurava anche tra la mia lista amici.

Dopo qualche chattata consueta, del tipo banale «Ciao, come stai?» un giorno sentì la necessità di prodursi in un Approccio “sottilissimo”:

«… Comunque sei proprio una bella ragazza…»

«Ti ringrazio»

«Sei molto stimolante….. Sono sincero!!!»

«…. Stimolante in che senso???????»

«Sessualmente. Perdona la sincerità!» (Cioè… E che sò una scatola di preservativi???)

«Ah ok avevo pensato male… Bene! Ahahahah»

La buttai sul ridere, lasciando cadere… Pensando che capisse e la finisse lì. Sono proprio un’ottimista…

«Ahahahahah… Magari si potrebbe fare??»

«… È proprio una proposta irresistibile…………………………….»

«Ti andrebbe?? A me sì…»

«Ripeto: è una proposta irresistibile…… Sperando che si colga la leggerissima ironia……….»

«Ahahhaahah… Quindi no???»

«Bè… Fai un po’ te………………..»

«Basta rispondere… Comunque peccato»

«Scusa… Pensavo di aver già risposto…»

«No… Comunque peccato»

«E pensavo anche che fosse scontata la risposta a uno che ti chiede ‘facciamo sesso’ sulla chat di fb!»

«Sesso si fa di persona. (MADDDAAAIII!!! TU SEI IL MIO MITO!!!) Ho solo chiesto se magari potevi essere disponibile. Tutto qui»

«Sì era capito. È la stessa cosa…»

«Comunque ok»

«Ok»

«Peccato»

Il giorno stesso mi ha tolto l’amicizia. Comunque… Peccato!!!

Se per una serie fortunata di eventi ho accettato di uscire con te, potrei scartarti anche in seconda battuta. Tipo: se esci con me e passi tutta la serata a smanettare col telefonino, non mi vedrai mai più. Perché sì, sono una stronza presuntuosa e penso che una serata con me sia di gran lunga preferibile a controllare cosa succede su Facebook!!!

In virtù di tutto ciò non c’è da stare allegri, vé? E non c’è da stupirsi se molte fanciulle preferiscano restare single. Ma, visto che sono comunque un’inguaribile ottimista intrappolata nel corpo di una cinica pessimista, non ho ancora perso le speranze e…

… Se NON rientri nelle tipologie comportamentali di cui sopra e NON possiedi alcun requisito della lista suddetta… CHIAMAMI… 😉

Prima pubblicazione: 21.02.2013

Gli orridi Approcci continuano QUI e QUI

3 risposte a "APPROCCI RAVVICINATI DELL’ORRIDO TIPO…"

Dillo a BB!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...