MIO CARO PAOLO FOX…

«Non è vero, ma ci credo…» e non dite che voi non lo fate, perché capita a tutti! Una sbirciatina o orecchiatina all’oroscopo, la si dà sempre.

«Non è vero, ma ci credo…» con certi segni non ci vai proprio d’accordo, non c’è niente da fare! Io alcuni li butterei fuori dallo zodiaco e, quando qualcuno mi dice di essere nato sotto uno di quelli che detesto, be’, lo ammetto, un pochino lo guardo di traverso.

E poi ci sono quelli che ci credono, eccome, e – per professione – scrutano e interpretano gli astri ed emettono sentenze. Sì, ce l’ho proprio con te, mio caro Paolo Fox.IMG_60285719815459

E pensare che ti ho messo pure nella descrizione del blog, ma ti sembra un ringraziamento, gran Volpone??

Penso che il mio segno ti abbia fatto qualcosa, sono sicura! Perché ce l’hai sempre con noi… Pure con gli altri non sei clemente, ma con noi! Lo so che hai goduto che abbiamo avuto Saturno contro per anni, che Venere ci snobba e che il Sole – nostro pianeta – da quando ha il buco nell’ozono, non ci aiuta più di tanto, lo so che ci godi!!

La situazione astrale, astronomica e pure anatomica è abbastanza disastrosa e noi ti assicuro che ne siamo coscienti, ma ce la caveremo anche stavolta. Però tu… In questa occasione non dovevi dire quello che hai detto, proprio no.

Apprendo infatti, che hai asserito che la situazione desolante che viviamo, lo stress al quale siamo sottoposti costantemente e, soprattutto, il deserto affettivo che regna intorno a noi È SOLO COLPA NOSTRA! Perché – secondo te – siamo troppo snob, con la puzzetta sotto il naso e frettolosi di giudicare la superficie e non la sostanza… 

Eh no, mio caro Paolo Fox, stavolta non ci sto!!

Non è che sei tu che hai fretta di giudicarci??

Ti farei stare con me un giorno, mio caro Paolo Fox! E allora capiresti che non è colpa nostra! Dopo una settimana mi supplicheresti di tornare dentro la televisione, te lo garantisco!!

Perché tu la fai facile, mio caro Paolo Fox, al sicuro nella tua poltroncina, coi tuoi bei completi bianchi, le camicie inamidate e la cartellina inquietante che sembra il registro di scuola:

«Vediamo a chi va di merda la settimana…»

Forse tra Stelle e costellazioni ti sembra tutto semplice e lineare, ma, qua fuori, non è per niente così!!

oroscopo1I Tori non sono più quelli di una volta; le Vergini, lasciamo perdere! I Pesci sono diventati squali; i Gemelli mi confondono; ai Sagittari ho sempre paura che parta la freccia; i Cancri non li commento nemmeno! Gli Acquari non sono così trasparenti; i Capricorni mi fanno pena; gli Arieti temo sempre che mi diano una capocciata; i Bilancia sono troppo sensibili e pesano tutto, gli Scorpioni, prima ti promettono che non ti pungeranno e poi, invece, lo fanno! Ti pare che sia nostra la colpa di questo, mio caro Paolo Fox??

Ma ti assicuro che, nonostante ciò, ci vado in profondità, non mi fermo al pregiudizio!! Infatti certi che in superficie potevano essere accettabili, poi ho scoperto che sostanzialmente erano dei grandissimi stronzi. Ma dici che è colpa mia Paolo Fox??

Non è colpa mia se ho avuto Saturno contro per quasi tre anni che, come tu e Ferzan Ozpetec mi insegnate, è un gran bel problema!! Perché se il pianeta anellato ce l’ha con te, sono guai seri!

Ho passato anni da incubo e l’unica cosa buona è che potevo usarlo come giustificazione per i miei comportamenti:

«Scusa, è che c’ho Saturno contro…» una scusante quasi migliore della visita mensile!

Poi con noi, si è proprio accanito! Dove sta, sta, ce l’abbiamo sempre contro! Ma come me lo spieghi?? E sarebbe colpa mia??

E non è colpa mia se abbiamo Giove a favore ma io, TE LO GIURO, non me ne sono proprio accorta!

E non è colpa mia se ogni nuovo anno proclami che sarà quello nostro e, poi, non lo è mai. Se, già a Febbraio, dici che dobbiamo pazientare fino all’estate e da lì fino alla fine dell’anno e poi… Ops! Scusate, ho scherzato! Non vincete neanche stavolta, ritentate, sarete più fortunati!? Ma che mi prendi per lo zodiaco, Paolo Fox??

Scusa ma mi hai fatto proprio girare i pianeti!

E sai che c’è?? Che se sentissi anche l’opinione di esponenti degli altri segni, sarebbero concordi nel dire che non è colpa loro!! Che già sono insoddisfatti e non aiuta il tuo puntarci il ditino contro!! Proprio no!!

Quindi, mio caro Paolo Fox, smettila di incolparci e dirci che è colpa nostra, perché se dipendesse da me, mi farei un oroscopo e una vita grandiosi!

Ora non dico che da oggi dovrai per forza farci un quadro astrale meraviglioso, ma sarebbe già accettabile evitare di colpevolizzarci! Se non lo farai…sabato-tutti-con-gli-occhi-al-cielo--il-giorno-di-saturno-Occhi_su_Saturno_eventi_astronomia

Ti auguro Saturno che ti aspetta sotto casa!! Ecco!!

 

 

PS: spulciando nel motore di ricerca, cercando immagini da inserire nell’articolo, ho digitato “Paolo Fox” e, subito, tra le ricerche più frequenti è uscito “Paolo Fox costume”……. Voi non state bene!!!

Ogni maledetto Capodanno…

(S)Propositi, Aspettative & Speranze. 3 -

Fine Dicembre, tempo di bilanci.

La bilancia ricorda impietosa che il Natale è appena passato, la bilancia del bello/brutto, se possibile, fa ancora più male. Sono pronta: sto per rivivere mentalmente gli ultimi dodici mesi alla ricerca di bei ricordi, rimpianti, rimorsi e dolore da guardare finalmente in faccia. Che poi questo non è stato un anno qualsiasi. Secondo i Maya doveva essere il nostro ultimo anno di vita.

Penso che i Maya ci abbiano fatto un grosso regalo che, purtroppo, non siamo stati capaci di sfruttare.

Se fossimo stati meno scettici, o semplicemente avessimo voluto credere che il mondo sarebbe finito il 21 Dicembre 2012, forse, finalmente, avremmo avuto il coraggio e la gioia di vivere appieno ogni giorno e goderci al massimo la nostra vita.

Tendiamo sempre a non farlo…

Ogni nuovo anno siamo carichi di aspettative, speranze e buoni propositi. Peccato che, passate un paio di settimane, ce ne scordiamo completamente. Non perdiamo i chili di troppo, non smettiamo di fumare, non cerchiamo di migliorarci, non tagliamo “rami secchi”, trasciniamo inermi situazioni indefinite, non diamo mai quella svolta decisiva. I nostri buoni propositi diventano dei “Prima o Poi”.

Una locuzione che mi ha sempre fatto pensare molto: “Prima o Poi”…

Prima o Poi mi sposo; Prima o Poi sarò felice; Prima o Poi accadrà qualcosa; Prima o Poi smetterà di fare così schifo… Sì, sono convinta che – Prima o Poi – le cose andranno alla grande; Prima o Poi farò un sacco di soldi; Prima o Poi perderò quei due tre chiletti di troppo; Prima o Poi chiamo quella persona; Prima o Poi vado a cena con quest’altra; Prima o Poi … gli dico che mi manca… Prima o Poi voglio andare a ballare; Prima o Poi… Lo lascio. Prima o Poi…

E tra un Prima o Poi e l’altro scorre a vita vera! Mentre siamo lì che programmiamo le cose, le aspettiamo, ci facciamo un quadretto ideale di come dovrebbe andare la nostra vita, questa passa. E allora… I chiletti diventano sei, le persone si dimenticano di noi, non abbiamo più l’età per andare a ballare o passiamo anni intrappolati in una vita che non ci appartiene.

Forse, Prima o Poi, ci renderemo conto che la vita va vissuta appieno tutti giorni, senza aspettare o aspettarsi nulla, senza rimandare la felicità al momento in cui, Prima o Poi, cambierà qualcosa.

Sicuramente Prima o Poi ci pentiremo di come abbiamo condotto la nostra vita, ma forse sarà troppo tardi per tornare indietro.

Qualcuno dice Carpe diem, cogli l’attimo, più semplicemente basterebbe dire “perché no”? Perché non chiamo quella persona? Perché non mi metto a dieta se mi sento un cesso? Perché non finisco gli studi? Perché non mi impongo di essere felice di quello che ho, piuttosto che disperarmi per quello che non ho? Perché non cerco di cambiare quello che non va piuttosto che restare a guardare?

Va be’ magari ci penso domani…

Abbiamo la presunzione di pensare che ci sia sempre garantito un domani pur sapendo, per nascita, che non è così. Veniamo al mondo dotati di questa certezza, ma tendiamo ad ignorarla.

Addirittura ci permettiamo il lusso di rimandare qualsiasi cosa convinti che ci sarà sempre tempo e modo per farla. Rimandiamo perfino il perseguimento della nostra stessa felicità.

Ma sì, dai… Tanto abbiamo sette, otto vite per essere felici, perché impegnarsi proprio adesso?

Lo faremo,”Prima o Poi”…

Ma questo accade solo fino all’inizio del nuovo anno, in cui, per una mezzora buona, siamo pronti a spaccare il mondo, a realizzare i nostri sogni e a non rovinarci la vita con paure varie.

Mezzora di vita ideale nella nostra testa, 364 giorni, 23 ore e 30 minuti di sopravvivenza…

Stiamo per ricominciare.

Si va di nuovo in scena.

Quest’anno che vogliamo fare, sopravvivere o goderci questa cazzo di vita?

Siete pronti?

10, 9, 8, 7, 6, 5…….

 

Prima pubblicazione: 28.12.2012