INDAGINE SCIENTIFICA: L’ABITO FA LA MONACA?!

Il dilemma ancestrale è questo: L’abito fa o no la monaca?!

Per rispondervi ho personalmente, seppur involontariamente, condotto le seguenti indagini per valutare le reazioni maschili di fronte all’abbigliamento del gentil sesso.15 - uomo-che-fischia-passare-donna-19853212_edited ED

 

INDAGINE NUMERO UNO: Ovvero L’abito fa la monaca (ma non fa di un uomo un monaco).

Domenica pomeriggio estiva, la vostra BB si appropinquava ad andare a depositare buste contenti panni dismessi negli appositi raccoglitori.

Essendo pigra come pochi, non si preoccupava, nel dì di festa e di riposo, di cambiarsi appositamente per l’occasione e usciva di casa sfoggiando nell’ordine:

Capelli da “domenica mattina”, ulteriormente peggiorati da oltre tre ore di “accipollamento”;

Viso struccato (ma rigorosamente “incremato”) corredato da occhiaie post serata-brava;

Vestitino succinto da casa, non per vanità, semplicemente per contrastare la calura;

Zoccolo con rigoroso tacco 12, solo perché senza tacchi non so nemmeno guidare…

Parcheggiata la macchina in prossimità dei raccoglitori, si apprestava a compiere i circa tre/quattro andirivieni necessari per completare il lavoro. Lasso di tempo stimato: al massimo un minuto.

Nel suddetto lasso di tempo la vostra beniamina ha rilevato quanto segue:

la totalità dei veicoli condotti da uomini (anche se involontariamente) ha partecipato all’indagine.

Le reazioni degli uomini di fronte a una donna intravista per un nanosecondo che compiva un atto sicuramente non intrigante sono state le seguenti:

Rallentamento semplice;

Rallentamento con clacsonata;

Rallentamento e compresenza di stato di ipnosi temporanea;

Rallentamento, stato di ipnosi, clacsonata furiosa e frontale sventato all’ultimo secondo;

Rallentamento corredato da fischio;

Rallentamento con proclamazione fiera di un «Abbbbbeeelllaaa».

Ricapitolando: non ero curata, non ero truccata, non ero pettinata, non ero profumata, ma i maschi alfa hanno comunque notato e apprezzato la mia presenza.

Risultato: se vuoi attirare l’attenzione di un uomo, non servono grandi cose, basta che ti “scosci”. (ora mi spiego taaante cose…)

INDAGINE NUMERO DUE: Ovvero L’abito non fa la monaca (Ma la monaca si fa uno Strafico…)

Nella migliore congiuntura della sfiga atavica impastata alla iella e per la serie “Quando esci che sei un cesso incontri TUTTI” (non è vero??) quel giorno si presentò al cospetto della BB non un omuncolo qualsiasi, ma l’esemplare maschile più arrapante e più apprezzato sul globo terrestre dalla vostra BB e per questo appositamente denominato LO STRAFICO.

In precedenza LO STRAFICO, bontà sua, aveva già avuto modo di manifestare svariate volte, il suo apprezzamento nei confronti della BB. Ma in quei giorni la stessa aveva il solito aspetto curato, truccato, agghindato, profumato.

Ma quel giorno no. Perché quel giorno la poverina era stata posseduta dalla “voglia-di-imbiancare-il-bagno” che mal si concilia con la “voglia-di-agghindarmi-e-mettermi-in-tiro”.

Abbigliamento di BB:

Jeans di due taglie più grandi;

Maglietta della ditta bianca, di due taglie più grandi;

Anfibi, rigorosamente cambiati in loco, perché nessun tacco 12 merita di sporcarsi di vernice!

Perché, appunto, Il TUTTO risultava sporco di vernice bianca…

Capelli accipollati e, ovviamente, sporchi di vernice;

Trucco minimo indispensabile;

Possibili reazioni alla vista dello STRAFICO: ok mi butto sotto la scrivania, magari non mi ha visto… Ah no? Allora perché starebbe bussando?

Ok gli dico che sono mia sorella gemella sciatta, anche se sa che non ho sorelle;

Ok lo affronto. È stato bello finché è durato STRAFICO mio, ma se tu oggi mi vedi così, è sicuro che io non ti vedrò mai più.

Ricapitolando: non ci posso credere di essermi fatta vedere in giro conciata così!! Ma che ero lobotomizzata?? Non succederà più… Mea Culpa, Mea Culpa, Mea Maxima Culpa!!!

Inaspettatamente, vedendo la BB, lo STRAFICO disse l’ultima frase al mondo che si sarebbe aspettata:

«Sei davvero molto sexy… »

E lei rispose nell’unico modo che riteneva possibile:

«Mi stai sfottendo??? Sono un cesso!!!»

«No… Sei proprio sexy… »

(Allora mi sa che tutti i giorni quando esco non ci capisco niente… Ma senza tacco 12 non posso stare!!!)

Risultato: se piaci davvero a uno, gli piaci anche in tuta… (per fortuna…! ;- )

Conclusioni: se vuoi attirare l’attenzione di un uomo, basta che ti scosci o ti scolli. Ma sarà questo quello che guarderà di te, sarà questo ad attrarlo di te: le cosce e il decolletè. È meglio attrarre un uomo con e per tutto il resto, poi magari dopo inizi a fargli dei “regali” e ti scosci solo per lui. 😉

Prima pubblicazione: 12.07.2013

Dillo a BB!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...